Antognoni e i campioni azzurri guide speciali per una notte al Museo del calcio

10.05.2016 16:15 di Luciana Magistrato Twitter:   articolo letto 988 volte
Antognoni e i campioni azzurri guide speciali per una notte al Museo del calcio

Tre eccellenze fiorentine insieme per regalare una serata immersi nella storia del calcio azzurro. Giancarlo Antognoni (eccellenza del calcio), il Museo del Calcio e Coverciano in generale (eccellenza della Nazionale) e la Fondazione Bacciotti (eccellenza nella solidarietà) insieme infatti per l'iniziativa "Una notte al Museo del calcio" (mettiamoci anche la F&B Florence che offre l'aperitivo e supporta tutte le spese) che apre le porte in occasione della notte dei musei, il 21 maggio prossimo, a sedici anni quasi esatti dall'inaugurazione (era il 22 maggio 2000). Attraverso un tour guidato a gruppi, questa sarà l'occasione, per i 90 fortunati che sono riusciti a prenotare nel giro di poche ore dall'apertura delle iscrizioni, per vedere i cimeli dei grandi campioni del mondo con gli azzurri in testa: dalla pipa di Bearzot alla maglia con tanto di fascia di Facchetti agli Europei del 68, dai primi scarpini usati dalla Nazionale a quelli di Baggio... e a guidare il tour, che porterà anche a visitare una parte del settore tecnico di Coverciano dove ci sarà già la Nazionale a preparare gli Europei, gli stessi campioni del mondo, a partire da Giancarlo Antognoni, oltre al padrone di casa Fino Fini. Chi non sarà tra i novanta fortunati non sarà mandato a casa: il museo resterà aperto e potrà essere visto, ma non Coverciano per ovvi motivi (c'è la Nazionale a dormire).

A presentare l'iniziativa il direttore del Museo Fino Fini e il direttore di Coverciano, Maurizio Francini, oltre alla bandiera viola ed azzurra Giancarlo Antognoni che hanno ribadito che "non si può pensare al futuro senza conoscere il passato". "Non pensavo che Firenze rispondesse così velocemente e in massa - ha sottolineato Fini - sarà una bella serata per ripercorrere i valori che lo sport esprime, in primis quello dello stare e raggiungere dei traguardi insieme. Qui ci sono oggetti impregnati di sudore vero di chi ha fatto la storia del calcio". Francini ha ribadito poi che Coverciano vuole essere "culla e cuore del calcio e che sarà un'occasione per aprirsi ai cittadini e ai turisti ed anche per la grande risposta sono al vaglio altre iniziative future". Iniziative che coinvolgono anche le scuole del Quartiere 2, come ha ricordato il presidente Michelee Pierguidi. Presente ovviamnete anche Paolo Bacciotti, padre di Tommasino e in rappresentanza della Fondazione; durante la serata ci sarà infatti una raccolta fondi che servirà anche e soprattutto alla ristrutturazione del 17esimo appartamento per le famiglie che hanno i bambini ricoverati al Meyer. Come detto, la F&B Florence permetterà agli ospiti di brindare con i campioni testimonial dell'iniziativa.

Museo del calcio © foto di corrierespione
Museo del calcio © foto di corrierespione
Museo del calcio Antognoni e Fini © foto di corrierespione
Museo del calcio © foto di corrierespione
museo del calcio © foto di corrierespione