Il Bati-day e una serata...Mundial

 di Luciana Magistrato Twitter:   articolo letto 125 volte
Il Bati-day e una serata...Mundial

Il gol di Taddei, le finte e gli assist di Oliveira, la corsa elegante di Jorgensen, le parate (poche ma buone in realtà) di Frey ma soprattutto le giocate di Antognoni e Batistuta... per chi ha avuto la fortuna di assistere alla partita Mundial tra Italia e Resto del Mondo ieri sera al Franchi ha avuto modo di vedere all'opera grandi campioni del passato (solo Maccarone tra quelli impiegati è ancora in attività) che, vista la mediocrità del campionato italiano, farebbero ancora la loro figura in campo. Soprattutto la Fiorentina con il francese tra i pali e Batistuta lì davanti di sicuro avrebbe qualche punto in più. Ma bando alle polemiche, ieri sera i 25mila al Franchi volevano solo divertirsi facendo beneficenza e la buona risposta della città è stata ripagata dallo spettacolo in campo. Alla fine ha vinto il resto del mondo 12-6 sull'Italia, d'altronde i valori in campo erano troppo sbilanciati a favore di fuoriclasse brasiliani e argentini anche se alla goleada hanno preso parte un po' tutti: oltre alla tripletta di Batistuta hanno messo a segno una doppietta anche Jorgensen e Suazo, in gol anche Taddei, Oliveira e Chivu tra gli altri. Gli italiani? Arrivavano pochi palloni davanti, scherza Flachi, e in effetti Di Natale e Toni sarebbero stati una sicurezza ma qualche errore e qualche chiletto di troppo (da una parte e dall'altra) hanno fatto il resto anche se Riganò il suo bel gol e Maccarone una doppietta li hanno fatti. La serata tra l'altro ha chiuso un vero e proprio Batistuta-day che ha visto il sindaco di Firenze concedere all'argentino commosso la cittadinanza onoraria. Ora più che mai Firenze, dove torna spesso e volentieri, è casa sua.

Resto del Mondo - Partita Mundial Italia-Resto del Mondo - 03.10.2016 FIRENZE - Stadio Artemio Franchi © foto di Federico De Luca
Italia - Partita Mundial Italia-Resto del Mondo - 03.10.2016 FIRENZE - Stadio Artemio Franchi © foto di Federico De Luca