Per la Fiorentina una cena a base di regali e...multe

 di Luciana Magistrato Twitter:   articolo letto 597 volte
© foto di Corrierespione
Per la Fiorentina una cena a base di regali e...multe

Con Sousa è diventata ormai una tradizione e così, prima di Natale, tutti a cena per una serata in allegria per scambiarsi i regali di Natale. Poco importa che il 25 sia lontano perché poi tempo non ce ne sarà più visto che la Fiorentina, tra Europa League e recupero di Genova, sarà in campo ogni quattro giorni fino alla pausa. Così ieri sera tutti convocati al Fashion Foodballer di Spalletti, Dainelli e Gila anche se a fare gli onori di casa non c'erano certo loro, vista l'occasione tutta viola, ma gli altri soci. A dire il vero qualche intruso c'è stato, come l'imitatore di allenatori e giornalisti sportivi Butinar e l'ex viola Andrea Lazzari passato per un saluto. Tra antipasti, risotti, pappardelle, discorsi di Sousa e, momento più atteso, lo scambio materiale dei regali, la serata si è protratta fino a tardi, quando a rovinare l'atmosfera sono arrivate due vigilesse a fare ovviamente il loro dovere. Ne sa qualcosa Salcedo che ha beccato la multa e la romanzina per il parcheggio poco adeguato in piazza Strozzi ed ha dovuto mostrare anche i documenti suoi e della macchina. A quel punto però la serata era finita e Kalinic e Ilicic sono potuti scappare via senza multa. A proposito, e i regali? Ad ognuno il suo, ma per molti è stato solo per ridere, come per Babacar (regalo da fascia protetta) e così per un momento la squadra ha potuto stemperare la tensione di questi giorni post Paok ed Inter e cementare il gruppo prima del rush pre-natalizio.

Cena di natale © foto di Corrierespione
Babacar © foto di Corrierespione
Diks e salcedo